Scritto da Veronica Pacella

Paure e credenze limitanti sono aspetti che emergono nel momento in cui inizi a lavorare sul piano dei tuoi obiettivi. Ma come fare per non farsi bloccare da queste sensazioni negative? Esistono delle accortezze da mettere in pratica per trasformare paure e credenze limitanti in punti di forza in grado di supportarti nella creazione della tua unicità e nella realizzazione del tuo progetto.

Continuiamo il nostro percorso insieme verso i tuoi obiettivi. Come abbiamo visto nell’articolo sul delineare al meglio un obiettivo, ci sono tre step importanti:

  1. Individuare un’area della tua vita che vorresti migliorare.
  2. Definire la sensazione che provi adesso nella tua situazione e come, invece, vorresti sentirti.
  3. Scrivere le azioni che ti permettono di arrivare al tuo obiettivo.

Una volta seguiti questi tre step, ti troverai davanti una lista di azioni che cominci a mettere in pratica un passo alla volta, per concretizzare sempre di più il tuo obiettivo. Ed è qui che viene il bello! Proprio mettendo in pratica le tue azioni, potrebbero emergere resistenze, auto-sabotaggi o credenze limitanti che si frappongono fra te e il tuo obiettivo.

Queste “resistenze” possono avere diverse forme: possono essere paure (di fallire, di non essere abbastanza, di non farcela, di esporti troppo, etc..) oppure possono essere delle credenze limitanti, cioè delle informazioni che hai memorizzato a livello subconscio e/o inconscio le quali, come il meccanismo di una molla, ti riportano indietro.

paure-e-ostacoli-veronica-pacella-flowerista

Gli ostacoli non sono un problema bensì un’opportunità per migliorarti

Prendere consapevolezza che ci sono delle resistenze non va vissuto come un problema, ma anzi come una preziosa opportunità per fare chiarezza in relazione a ciò che desideri concretizzare.

Ora sì che hai la possibilità di guardare bene in faccia i tuoi limiti: paure e credenze limitanti sono dei limiti che ognuno di noi pone a sé stesso in qualche livello. Se sai quali sono, sai anche come superarli.

Come abbiamo visto negli articoli precedenti, le credenze limitanti sono il filtro attraverso cui guardi la realtà. La realtà infatti non è mai oggettiva, ma è sempre soggettiva ed è determinata dalle tue convinzioni, frutto di esperienze e condizionamenti da parte di modelli acquisiti dalla tua famiglia, dall’ambiente in cui hai trascorso l’infanzia e ti sei formato, senza dimenticare le influenze determinate dalla società in cui vivi.

Queste informazioni hanno determinato il filtro della realtà che vedi e la bella notizia è che solo tu puoi scegliere di cambiare questo filtro. A questo proposito mi piace citare le parole del dott. Wayne Dyer, psicoterapeuta americano e scrittore: “Quando cambi il modo di guardare la realtà, la realtà intorno a te cambia”.

Dobbiamo partire dal nostro sguardo sulla realtà e dai nostri punti di vista per realizzare la nostra unicità.

Di credenze limitanti e condizionamenti ho ampiamente parlato nel mio libro “Nutri la tua unicità”, un percorso per scoprire come auto-realizzarti. La cosa interessante è quella di iniziare a mettere a fuoco quali sono le sensazioni e le frasi che emergono durante il tuo viaggio verso l'obiettivo. A tal proposito la dr.ssa Erica Poli, medico, psichiatra e psicoterapeuta, ha individuato tre grandi insiemi in relazione alle credenze:

  1. Sentirsi senza speranza è la convinzione che l'obiettivo desiderato non possa essere raggiunto nonostante le proprie capacità.
  2. Sentirsi impotenti è la convinzione che l'obiettivo desiderato possa essere raggiungibile, ma non si sia capaci di raggiungerlo.
  3. Non sentirsi degni è la convinzione di non meritare di raggiungere l'obiettivo desiderato perché si è fatto (o non si è fatto) qualcosa.

Di fronte a una qualsiasi difficoltà domandati: come mi sento? Cosa penso di me in questo momento?

Scrivi poi una lista di tutte le riflessioni che emergono da queste domande e dalla storia che ti stai raccontando, in modo da far emergere le credenze. Una volta che le avrai viste, saranno per te l'occasione per scegliere di trasformarle e superarle, così da poter raggiungere appieno il tuo obiettivo! Potrai scegliere se farti accompagnare in questo da un professionista del settore, ad esempio con un percorso di life coaching che ti porti a trasformare tutto quello che ti limita e ti impedisce di esprimere il tuo vero potenziale.

Abbiamo parlato di credenze anche in una diretta su IGTV con Sara, puoi trovarla nel suo Instagram .

Iscriviti alla Newsletter Flowerista per non perderti nemmeno un aggiornamento!