Google My Business è uno strumento che Google mette a disposizione dei brand, in modo completamente gratuito, per aiutarli a farsi trovare e conoscere online. Ogni attività commerciale locale dovrebbe avere la propria scheda Google My Business e conoscerne le potenzialità. Ma di preciso, che cos’è una scheda Google My Business? Come si crea? E perché dovremmo averne una? Lo scopriamo in questo articolo!

Che cos’è Google My Business?

Google My Business è uno strumento gratuito, davvero semplice da usare, che aiuta il tuo brand a gestire e rafforzare la sua presenza online. Ogni attività locale dovrebbe avere una propria scheda Google My Business, e per attività locale non intendo solo negozi o ristoranti, ma anche uno studio di fotografia, o un’attività di social media marketing, ad esempio. Prima di conoscere tutti i motivi per crearne una, facciamo un piccolo passo indietro. Sai com’è fatta una scheda Google My Business? Dai un’occhiata a questa immagine:

Google My Business Flowerista

Il riquadro sulla destra, che contiene dati e foto relativi a Flowerista, è un esempio di scheda Google My Business. Sono certa che ne avrai viste altre mille! Compaiono quando cerchi un’attività commerciale o un prodotto/servizio su Google o Google Maps. Ogni scheda è un concentrato di dati utili per i tuoi potenziali clienti, che possono leggere all’istante il numero di telefono della tua attività, l’indirizzo, gli orari d’apertura, il sito web, le recensioni. Possono vedere le tue foto, farti domande e localizzarti sulla mappa.

Come creare una scheda Google My Business?

Creare una scheda Google My Business è estremamente facile e intuitivo. La prima cosa che occorre è un account Google (quello che utilizzi per accedere a Gmail). Se non ce l’hai, puoi crearlo in pochi clic e in modo gratuito direttamente dall’home page di Google. Ti ricordo che con questo account puoi accedere ad altri servizi utilissimi che Google mette a disposizione gratuitamente, come Google Analytics!

Dopo aver effettuato l’accesso con il tuo account, potrai andare sulla pagina di Google My Business e iniziare a creare il profilo del tuo brand. Ti verrà richiesto di inserire il nome della tua attività commerciale e la categoria, che dovrai scegliere tra quelle suggerite (puoi anche cambiarla e aggiungerne altre in un secondo momento).

Gli altri campi da compilare sono l’indirizzo, il numero di telefono, il sito web, ovvero tutti quei dati che ti permetteranno di farti trovare facilmente dai tuoi potenziali clienti. Google ti mostrerà un indicatore sulla mappa in corrispondenza dell’indirizzo che hai inserito, se non è preciso puoi modificarlo manualmente. Inoltre potrai inserire gli orari d’apertura e decidere se usufruire del servizio di messaggistica istantanea, per permettere ai tuoi clienti di chattare con te. Questa è una scelta che dipende dalla tua strategia e dalle tue risorse, e presuppone che tu possa rispondere alle richieste in tempo reale o quasi. Puoi comunque rifletterci e decidere di attivare questa funzione in seguito.

Non dimenticare di inserire le fotografie che vuoi associare alla tua attività, sono importantissime e tra poco ti spiegherò il perché. Oggi puoi essere tu a decidere quali foto inserire, in precedenza era Google a scegliere per te. Inoltre è stata aggiunta la possibilità di inserire i video.

Ecco fatto! La tua scheda di Google My Business è pronta, anche se non ancora visibile. Manca un ultimo passaggio, ovvero la verifica da parte di Google per assicurarsi che la tua attività esista veramente. Riceverai una cartolina cartacea con un codice che dovrai inserire in Google My Business. Fatto questo, la tua scheda andrà finalmente online!

Perché creare una scheda Google My Business?

Come ti ho anticipato, ogni attività locale andrebbe registrata su Google. Perché? Prima di tutto perché gran parte delle ricerche degli utenti passano dalla barra di ricerca di Google, pertanto sarebbe un peccato perdere questa occasione di visibilità. Ma i motivi sono anche altri, tutti interconnessi tra loro. Vediamoli insieme.

Ottenere visibilità

Ti faccio un esempio. Ci siamo accorte che tante persone trovano Flowerista grazie alle immagini che abbiamo inserito nella nostra scheda Google My Business. Dalla dashboard, infatti, è possibile vedere quante visualizzazioni riceve ciascuna immagine in un determinato periodo di tempo. Le foto che attirano di più l’attenzione sono quelle del Premiato Biscottificio, la nostra sede in centro a Varese. Come mai? Probabilmente gran parte degli utenti che le visualizzano non sono alla ricerca di Flowerista, ma di altri punti di interesse, come Varese centro. Vedendo una foto interessante, cliccano e atterrano sulla scheda Google My Business di Flowerista. Questo cosa significa? Se non avessimo caricato quelle foto, avremmo perso una buona fetta di traffico. Ora, non è detto che quegli utenti abbiano continuato con la ricerca, siano andati sul nostro sito e infine siano diventati clienti. Però, stiamo comunque presidiando un canale che ci regala visibilità e con minimi sforzi.

Trasmettere professionalità

Una scheda Google My Business è come un biglietto da visita. Curarla nel dettaglio significa cogliere un’occasione per trasmettere professionalità e trasparenza al tuo pubblico. Ecco perché è consigliabile inserire quanti più dati possibili e in modo accurato. I potenziali clienti devono essere in grado di trovare tutte le informazioni di cui hanno bisogno senza doverle andare a cercare sul sito, compiendo passaggi ulteriori. Sappiamo bene quanto la pazienza degli utenti sia limitata (siamo utenti anche noi!).

Ora forse ti starai chiedendo: se le persone trovano tutte le informazioni che cercano sulla mia scheda, non corro il rischio che il traffico verso il mio sito si riduca?! Il sito è la tua “casa” e la scheda Google My Business non può sostituirla, se mai valorizzarla! La scheda diventa uno strumento ulteriore da utilizzare per dare valore aggiunto al tuo brand e alla tua presenza online.

Beneficiare delle recensioni

Un altro motivo per creare una scheda Google My Business è la possibilità di ricevere recensioni. Sono importantissime, perché influenzano l’esperienza degli utenti. Quando ottieni recensioni positive, il tuo brand ne beneficia in termini di visibilità, credibilità e reputazione. Questo vuol dire che le recensioni positive ti aiutano anche lato SEO, perché indicano a Google che il tuo brand è attendibile e autentico. Di conseguenza, il tuo posizionamento sul motore di ricerca migliora.

Ricorda che le recensioni sono pubbliche, perciò tienile sempre sotto controllo e non dimenticare di rispondere. Perché non chiedi ai tuoi migliori clienti di lasciarne una? Sono sicura che saranno felici di farlo e questo rafforzerà il vostro legame.

Monitorare con le statistiche

Infine, il bello di Google My Business è che mette a disposizione delle statistiche, anche queste gratis! Monitorare è fondamentale per capire se la direzione che stai seguendo è quella giusta. Puoi tenere sotto controllo diversi parametri, tra cui:

  • il modo in cui gli utenti ti hanno trovato (hanno cercato il nome del tuo brand? Oppure un prodotto, o una categoria?)
  • dove ti hanno trovato (tramite Ricerca Google? Oppure Google Maps?)
  • le azioni più comuni eseguite nel tempo dagli utenti, ovvero quante visite al web, quante telefonate, quante indicazioni stradali hanno cercato tramite la tua scheda Google My Business
  • il numero di volte in cui le foto della tua attività sono state visualizzate rispetto alle foto di altre attività simili.

Per concludere

Google My Business è uno strumento utilissimo per le attività commerciali locali, perché permette di facilitare la connessione tra brand e cliente, incrociando rapidamente domanda e offerta. Da un lato gli utenti possono usufruire di un servizio che li aiuta a trovare quello di cui hanno bisogno in poco tempo, dall’altro lato il brand ne beneficia in termini di visibilità e reputazione.

Ricordiamoci di inserire tutte le informazioni che riteniamo rilevanti per il nostro pubblico e di tenerle aggiornate nel tempo. Se cambiamo sede o numero di telefono, modifichiamo il dato in tempo reale. Se riceviamo una recensione, rispondiamo sempre e in modo garbato e professionale (anche ai commenti che ci piacciono un po’ meno!). Non c’è nulla di male nel chiedere ai nostri clienti fidati di lasciarci una recensione: continuiamo a farlo nel tempo, perché più sono aggiornate meglio è!

Dal momento che Google ci offre uno strumento facile da utilizzare, completamente gratuito e che porta benefici al nostro brand, perché non dovremmo cogliere l’occasione?

Iscriviti alla Newsletter Flowerista per non perderti nemmeno un aggiornamento!