Unire la passione per la ceramica alla bellezza dell’imperfezione: questa è stata la sfida di Daniela, che con Interra Ceramica ha deciso di cambiare totalmente vita e rispettare i ritmi lenti di questa attività antica.

Chi c’è dietro a Interra Ceramica e da dove nasce la passione per la ceramica?

Sono Daniela, emiliana, appassionata di ceramica da sempre. Ho lavorato per molti anni come designer nel settore dell’abbigliamento, costruendomi una carriera avviata e solida che però ha iniziato a non rappresentarmi più da quando sono diventata mamma. Ho iniziato a desiderare una vita e una quotidianità diversa e in quel momento la passione per la ceramica, che fino a quel momento era stata solo un hobby, mi ha dato la possibilità di cambiare vita, di trovare me stessa e non voltarmi più indietro. 

Le tue creazioni celebrano l’unicità, anche nell’imperfezione: che significato ha per te l’originalità?

Esattamente, ogni mia creazione è un pezzo unico: l’unicità e l’originalità sono alla base del mio lavoro. Originalità per me significa saper stupire anche me stessa. Ogni volta che apro il forno e scopro le nuove sfumature che sono riuscita a dare ai miei pezzi sento di aver fatto un passo avanti nel mio progetto. 

Mi piace pensare che l’originalità del mio lavoro risieda nella voluta e ricercata imperfezione di ogni mio pezzo e ho fatto di questa caratteristica il mio punto di forza.

Interra Ceramica intervista

Da dove trai ispirazione per nuovi oggetti e progetti?

Sono un’osservatrice, continuamente sintonizzata sul mondo per catturare ciò che colpisce la mia attenzione. Trascrivo tutto su block-notes, in attesa di elaborare e riversare tutto in un pezzo di ceramica. La mia creatività parte sempre dagli elementi naturali: la terra, che è materia prima per me, e i suoi colori sempre nuovi e in continua evoluzione; il mare che è il compagno di ricerca ideale; il silenzio e il tempo, ciò di cui, in assoluto, sento più il bisogno.  

Una lavorazione completamente artigianale richiede tempo e attenzione: come gestisci il tempo per le tue creazioni?

Ho la grande fortuna di essere riuscita a conciliare vita familiare e lavoro e amo il mio progetto anche per questo. Ho potuto creare il mio laboratorio all’interno del casale in cui vivo e posso gestire il mio tempo in assoluta libertà.

intervista interra ceramica

Cosa significa per te essere artigiana nel 2020?

Essere artigiani oggi è un grande privilegio, significa recuperare il sapere e la manualità di un tempo e riscoprire i ritmi lenti di una volta, ritrovare l’autenticità delle cose, così rara oggi. 

È saper aspettare, fare errori e ripartire, è ricerca e studio. Ma allo stesso tempo l’artigianato ci avvicina alle persone e in questo i social giocano un ruolo fondamentale perché ci danno la possibilità di raccontarci, con discrezione ma costanza.

Sogni nel cassetto e progetti futuri per Interra Ceramica?

Tendo a non tenere i sogni nel cassetto anzi, quando desidero una cosa cerco di darle subito vita! Ora come ora il mio progetto è di continuare a essere felice mentre lavoro. So che può sembrare una banalità ma non è affatto scontato per la maggior parte delle persone.

Non ho ambizioni di ricchezza e popolarità, mi basterebbe crescere ancora un po’ per arrivare alla piena tranquillità e poter godere serenamente della mia famiglia che è il mio vero progetto di vita.

Credits fotografie: Elena Fantini
Scopri di più su: interraceramica.com
interra ceramica intervista

Iscriviti alla Newsletter  per non perderti nemmeno un aggiornamento!