Bica Good Morning Design

“Mettiamo le donne al centro… dello specchio”.
Quella di Bica Good Morning Design è una storia a matrioska, tutta al femminile. Il sogno di due donne imprenditrici che utilizzano la stampa 3D per dare forma ai sogni di altre donne.

 

Prendete una città che da qualche anno a questa parte sta vivendo un’esplosione di vitalità – Milano, prendete un’area di quella città in cui Prada ha deciso di aprire la propria Fondazione dedicata all’arte contemporanea e uno dei modelli di coworking più innovativi al mondo – Talent Garden – ha scelto di collocare la propria sede, prendete un laboratorio di fabbricazione digitale e mettetelo nel coworking, con tutte le sue stampanti 3D, i suoi robot, i suoi tecnici un po’ nerd – il FabLab.
Il risultato è una community di giovani pionieri che credono nell’innovazione e nella contaminazione, con un unico “difetto” però: in gran parte sono uomini. Di conseguenza l’aria che si respira, il linguaggio che si usa, i manufatti che si creano, tutto ha una connotazione prettamente maschile.

Ecco allora che arrivano loro all’interno del laboratorio.

Credits Bica – Good Morning Design

Loro sono Alice Azario ed Elena Trinnanzi, due architetti di formazione e amiche dai tempi dell’università. Bica, in portoghese caffè espresso, è infatti un omaggio al periodo di studi trascorso all’estero con il progetto Erasmus. “Abbiamo sentito la necessità di femminilizzare il Lab” mi dicono le due designer, “volevamo portare un po’ di bellezza e sensibilità femminile, testare le macchine con materiali diversi, più preziosi, in poche parole parlare alle donne”.

Credits Bica – Good Morning Design

E’ così che sono nati specchi e oggetti incisi con una macchina a taglio laser.

Quelle incisioni poi le dipingono a mano, ispirandosi alle illustrazioni vittoriane, alle ceramiche novecentesche, alla leggerezza degli antichi pizzi e merletti, agli oggetti ritrovati nelle case delle nonne. E’ come se lo specchio fosse il loro foglio da disegno, ma reso in chiave contemporanea dallo stile minimal e dalla tecnica di taglio.

Credits Bica – Good Morning Design

Perché guardarsi riflessi in uno specchio, magari con la propria immagine accarezzata da un fiore, è un po’ come parlarsi ogni giorno per ritrovare se stessi; come quel gioco che si fa da bambini per vedere se proprio tutte tutte le facce che si fanno allo specchio vengono restituite indietro.

Credits Bica – Good Morning Design

Questi oggetti dai nomi suggestivi – andate a scoprirli! – che regalano mondi inconsueti, li potete trovare nello shop online di Bica-Good Morning Design con uno sconto del 10% riservato a voi, utilizzando il codice FLOWERISTA dal 26 marzo al 26 maggio.

Una collezione speciale sarà inoltre presente alla Design Week che sta per cominciare a Milano, dal 17 al 22 aprile, nello storico spazio Jannelli e Volpi, in via Melzo 7.

Credits Bica – Good Morning Design

Probabilmente la matrioska non è ancora al completo e qualche sorpresa la riserverà ancora, chissà!

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva