Con il ferro e con i fiori c’è chi crea Fili di Poesia

Fili di Poesia è il nome che racchiude il mondo magico fatto di fili di ferro, fiori e tessuti di Daniela. Ogni sua creazione è un pezzo unico. Oggi la conosciamo meglio.

Ciao Daniela, raccontaci un po’ di cose di te che ancora non sappiamo.

Ciao! Sono Daniela e sono una wire artist o più propriamente, un’artigiana del fil di ferro, una professione nata da una passione improvvisa e travolgente che risale a quasi sei anni fa.
In quella che definisco la mia ‘vita precedente’ sono stata dapprima un’insegnante di lettere e poi una mamma a tempo pieno con le mani sempre intente a creare con i materiali più diversi per rendere speciali le feste dei miei figli e la mia casa.

Credits Fili di Poesia
Credits Fili di Poesia

Quando hai iniziato, cosa ti ha ispirato?

Per tutto il mio percorso di studi ( maturità linguistica e laurea in lettere moderne) la mia valvola di sfogo per liberare la mente sono sempre state le mie mani, all’opera nel creare,con i materiali più diversi, ma soprattutto con i tessuti.
Mi cucivo gli abiti da sola e poi dalla nascita di mia figlia ho realizzato tutti i suoi abiti, anche quelli delle occasioni più importanti. Da questa passione mi è rimasta la grande cura dei dettagli che riservo alla parte ‘tessile’ delle mie creature,che hanno tutte abiti e dettagli cuciti a mano.
Ho iniziato davvero per caso quasi sei anni fa, durante le vacanze estive in Francia, dopo aver visto in una bottega artigiana in Normandia dei piccoli capolavori in fil di ferro. L’occasione per cimentarmi con questa tecnica per me del tutto nuova è stata la nascita del mio nipotino. Per lui infatti ho realizzato la mia prima poesia in fil di ferro, un quadretto che rappresentava  lui e i suoi fratelli e che ho accompagnato con una fiaba a loro dedicata.

Credits Fili di Poesia
Credits Fili di Poesia

Che bello questo inizio così intimo e domestico! Mi incuriosisce sapere quali strumenti si usano, vedo che ci sono molte contaminazioni tra arti diverse…

Gli strumenti che si usano sono davvero pochissimi, pinze e tronchesino per piegare e tagliare il fil di ferro e ago, fili, tessuti, pagine di vecchi libri, materiali di recupero, legnetti…. il bello di questa tecnica sta nell’infinita possibilità di accostare le materie più diverse, ispirati solo dalla nostra fantasia.

Credits Fili di Poesia
Credits Fili di Poesia

Traspare in tutti i tuoi lavori, ma soprattutto nella “Collezione Botanica” che hai appena lanciato, un grande amore per la natura, è corretto?

Verissimo. Per trovare ispirazione e la giusta concentrazione mi rifugio sempre nei miei luoghi del cuore, il bosco e il lago vicino casa. Amo passeggiare nel verde soprattutto con la nostra cucciola di Golden Retrievier ed avere in casa e nel mio studio dei fiori freschi in tutte le stagioni, fiori che compaiono spessissimo nelle foto che scatto e che accompagnano le mie creazioni.

Credits Fili di Poesia
Credits Fili di Poesia

Chi sono i tuoi clienti tipo?

I miei clienti sono tutte quelle persone che io definisco ‘dal cuore gentile’, chi desidera regalare a se stesso o a chi ama una creatura nata e creata solo per lui o per lei. Le mie creazioni sono soprattutto dedicate agli sposi, alle famiglie e ai bimbi e sono pensate sia per le occasioni più speciali che per rendere speciale il quodiano con un gesto d’amore.

Quale delle tue creazioni assoceresti al mondo Flowerista?

Sicuramente tutte le mie ‘bimbette’ e ‘signorine’ che per me sono come dei fiori colorati e profumati capaci di dare colore e poesia alle giornate.

Credits Fili di Poesia
Credits Fili di Poesia

Grazie Daniela!

3 Commenti

I commenti sono chiusi.