I flower market più belli del mondo

Niente mare quest’anno? Ecco i 10 flower market da visitare in città

 

All’ombrellone e al pareo avete preferito Birkenstock e Lonely Planet?

A mio parere avete fatto benissimo! Ma se non volete rinunciare a un tuffo nei colori e nei profumi estivi, prendete nota di questi 10 indirizzi, sparsi un pò in tutto il mondo. Nel caso la vostra meta sia proprio una di queste città, andate a visitare i Flower Market locali. Ne rimarrete entusiasti!

Marché Aux Fleurs, Parigi


Fondato nel 1808, questo mercato floreale si tiene da lunedì a sabato in un antico padiglione sull’Île de la Cité, nel centro di Parigi. La domenica ai fiori si affiancano gli uccellini in gabbia.

flower market paris
Photo credits: Chris Cooper, Flickr

 

Columbia Road Flower Market, Londra


La domenica questa strada nei pressi di Brick Lane si trasforma in un bellissimo giardino fiorito grazie ai banchetti del mercato dei fiori. Se siete fortunati, potreste incontrare i musicisti di strada che di tanto in tanto si esibiscono in quest’area.

Flower market London
Photo credits: Emiliano, Flickr

 

Dangwa Flower Market, Manila


Situato nella zona chiamata “Sampaloc”, è cresciuto molto negli anni grazie alla vicinanza della fermata dell’autobus proveniente dal Benguet, dove la maggior parte dei fiori sono coltivati: rose orchidee, aster, gerbere, anthurium e molti altri.  I prezzi sono decisamente convenienti.

Flower market Manila
Photo credits: Ginomempin, Flickr

 

Bloemenmarkt, Amsterdam


Forse il più noto mercato dei fiori al mondo, è anche uno dei pochi galleggianti. Al Bloemenmarkt si possono trovare in particolare migliaia di bulbi di narcisi e tulipani, ideali da mettere in valigia e piantare quando si ritorna a casa.

amsterdam fiori
Photo credits: Sara Malaguti

 

Adderley Street Flower Market, Città del Capo


Qui potrete trovare rare specie floreali endemiche, impossibili da acquistare altrove. Come il fynobs ad esempio, la vegetazione arbustiva che popola una piccola striscia costiera della Provincia del Capo Occidentale in Sudafrica, detta Regno Floreale del Capo. O la protea, il simbolo del Sudafrica.

Capetown
Photo credits: Julian Knutzen, Flickr

 

Pak Khlong Talat, Bangkok


Il suo nome significa “mercato all’imboccatura del canale”: ancora oggi i carichi di fiori e di ortaggi arrivano via acqua, proseguendo la tradizione iniziata alla fine del Settecento. Il profumo inebriante del gelsomino, delle rose e dei fiori di loto lo rendono un luogo quasi mistico.

bangkok
Photo credits: Ninara, Flickr

 

Mercado de Flores, Cuenca


Cuenca è la terza città dell’Ecuador e all’ombra della maestosa Catedral de la Inmaculada Concepción si estende il vasto e fornito mercato dove si vendono gigli, orchidee e ogni sorta di fiore esotico.

Cuenca
Photo credits: Alejandra Vaca, Flickr

 

Phool Mandi, Delhi


Imperdibile una passeggiata mattutina tra i banchi di questo mercato ricolmi di tuberose intrecciate, gigli giganti e crisantemi variopinti. Tipiche del Phool Mandi sono le capienti sacche di iuta piene di ghirlande di calendule arancioni.

delhi
Photo credits:Ishan Khosla, Flickr

 

Caojiadu, Shanghai


Sui tre piani del mercato si trova ogni specie di fiore, dalle rose alle orchidee ai girasoli.. E’ una valida opportunità per mettere alla prova le proprie abilità nella contrattazione del prezzo.

shangai
Photo credits: Jonathan, Flickr

San Francisco


Fondato nel 1913, è il punto di ritrovo dei tanti produttori locali che hanno sposato la causa Slow Flowers.  I grossisti sono i primi a recarsi al mercato la mattina all’alba, mentre durante il giorno è aperto al pubblico.

Los Angeles
Photo credits: Neon Tommy, Flickr