Sono estremamente curate, nelle illustrazioni, nelle fotografie e, se cartacee, nella stampa. Sono ricercate e innovative, talvolta da collezionare e tenere in vista nella libreria di casa. Stiamo parlando delle riviste indipendenti per illustratori e fotografi. Sono “indipendenti” perché non appartengono a grandi gruppi editoriali, ma vengono create da artisti e persone appassionate con tanta voglia di sperimentare.

In questo articolo 10per abbiamo raccolto 10 tra le più interessanti riviste indipendenti dedicate all’illustrazione e alla fotografia. Partiamo!

La scelta del nome non è casuale, si chiama Brillo perché vuole mettere in luce artisti brillanti e innovativi. L’obiettivo di Brillo Magazine è dare spazio ai giovani illustratori emergenti e a tutte le novità che riguardano il mondo dell’illustrazione. La rivista è nata a Treviso durante il lockdown, nel 2020, prima come pagina Instagram poi come magazine cartaceo. Ogni numero raccoglie illustrazioni su svariati temi, rubriche dedicate all’arte e interviste. Le copertine sono splendide, illustrate da un artista diverso per ogni edizione. Esce quattro volte l’anno ed è acquistabile sullo shop online di Brillo, oppure presso i rivenditori autorizzati.

Brillo Magazine 1

Foam Magazine è una rivista di fotografia internazionale, realizzata dal museo fotografico Foam di Amsterdam. Quasi 300 pagine stampate su carta di pregio, pubblicate tre volte l’anno. Questa rivista rivolta a fotografi, appassionati e professionisti ha vinto diversi premi sia per la qualità del suo design grafico che per i suoi contenuti di valore. Ogni uscita si concentra su un tema specifico e alterna fotografi di fama mondiale ad artisti emergenti. Oltre ad ammirare le immagini, possiamo leggere interviste e opinioni di esperti del settore fotografico. Si può acquistare online, sul sito del magazine.

Se ti piacciono i toni ironici e le tematiche fuori dal coro, non perderti PELO Magazine, la rivista illustrata senza peli sulla lingua! È stata fondata nel 2016 da un gruppo di studenti della scuola d’arte di Urbino e la sua particolarità è che tratta temi attuali in modo sfacciato e irriverente, usando l’ironia per fare un’analisi dell’epoca in cui viviamo. Manie, fobie, bufale e altri temi tabù vengono raccontati e interpretati da illustratori e scrittori selezionati, utilizzando solo due colori per ciascuna uscita. Dove comprarla? Nei punti vendita autorizzati, oppure online.

PELO Magazine

Rvm Magazine è una rivista indipendente italiana che vuole far dialogare la fotografia con l’illustrazione e altre forme di narrazione, come l’arte grafica, la letteratura e la poesia. Viene stampata su otto tipi di carte diverse, scelte con cura per far risaltare ciascun tipo di contenuto. È nata nel 2009 con il nome di RearViewMirror ed è rinata nel 2016 come Rvm. Ogni numero indaga diverse tematiche contemporanee partendo da un colore (che diventa il titolo di ciascuna uscita), come se si trattasse di un filtro fotografico con cui interpretare la realtà. È pubblicato in doppia lingua, italiano e inglese, e lo puoi trovare sia online che nei punti vendita selezionati.

Una caratteristica che accomuna le riviste indipendenti cartacee è la periodicità di uscita. Le pubblicazioni sono solitamente trimestrali, annuali o biennali, perché questi progetti richiedono lunghi tempi di ricerca e approfondimento. Non fa eccezione Primary Paper, un magazine che esce ogni due anni ed è dedicato al mondo della fotografia. In ogni numero della rivista, artisti differenti offrono la loro personale prospettiva su un tema culturalmente significativo e artisticamente rilevante. Il quarto numero di Primary, ad esempio, ruota attorno alla tematica dell’umano e riflette sulle sfide che abbiamo affrontato tutti assieme nel 2020 mentre il mondo cambiava. Nasce a New York, è scritto in inglese e si può acquistare online.

Primay Paper

Per gli appassionati o i professionisti del disegno c’è ILIT, un magazine trimestrale dedicato all’illustrazione che vuole raccontare il mestiere del disegnatore in ogni sua sfaccettatura. Ogni numero ruota attorno a un tema, ad esempio quello della narrazione con il fumetto, oppure il binomio cinema-disegno. È nato come blog online ed è stato pubblicato per la prima volta in cartaceo nel 2016. Prende ispirazione dai periodici del passato, rivisitandoli in chiave contemporanea. È in doppia lingua, italiano e inglese, con lo scopo di promuovere gli artisti italiani anche all’estero. Disponibile online e nei negozi.

Creato nel 2017, Eyeshot Magazine è una delle poche riviste dedicate esclusivamente alla street photography (fotografia di strada) e alla fotografia documentaria. È a tiratura limitata, per una nicchia di persone a cui sta particolarmente a cuore la qualità dei contenuti. Questo è un concetto che accomuna spesso le riviste indipendenti. Eyeshot collabora con tantissimi fotografi diversi ed è sempre alla ricerca di nuovi artisti che interpretino la realtà secondo il proprio personale punto di vista. Viene pubblicato in Italia, ma le persone che contribuiscono al progetto provengono da tutto il mondo. Puoi acquistarlo sullo shop online di Eyeshot.

Eyeshot Magazine

FUKT è una parola norvegese e significa “umidità”. Questa rivista dal nome singolare è stata fondata nel 1999 dall’artista Björn Hegardt ed è dedicata al disegno e all’illustrazione. Dal 2004 anche la moglie del fondatore, grafica e art director, contribuisce alla sua realizzazione. Senza pubblicità (ecco un’altra caratteristica tipica delle riviste indipendenti!), il suo focus è su tutto ciò che riguarda il visual. Il design e i temi affrontati cambiano in ciascun numero, che viene pubblicato ogni anno in settembre e si può comprare sullo shop online.

Concludiamo con due riviste puramente online dai contenuti di alta qualità, consultabili gratuitamente. OSSO Magazine è una piattaforma che viene aggiornata quotidianamente, diventando una fonte inesauribile di novità provenienti dal mondo della fotografia e dell’illustrazione, ma anche del design e dell’arte. Dal 2014, OSSO raccoglie interviste esclusive e opere di artisti esordienti, oltre a collaborare con artisti, fotografi, illustratori, video maker e musicisti di fama nazionale. In passato ha coinvolto gli artisti proponendo dei contest che avevano lo scopo di aumentare la loro visibilità. Nel 2019, ad esempio, le illustrazioni vincitrici sono apparse sul calendario del Magazine.

OSSO Magazine

La seconda rivista online che ti proponiamo è Ad un Tratto Magazine. Si definisce “il paese delle meraviglie” degli illustratori ed è rappresentato dal personaggio del Bianconiglio, proprio perché l’illustratore ha sempre tantissime cose da fare (e in fretta!). Ad un Tratto è un collettore di notizie e suggerimenti per aspiranti illustratori e per professionisti del settore. Sulla piattaforma si alternano interviste, recensioni e tutorial, da leggere e ammirare. È un luogo nato dalla voglia di permettere a tutti gli illustratori di condividere le proprie esperienze e trovare un supporto concreto.

Ti piacciono le riviste indipendenti dedicate all’illustrazione e alla fotografia? Siamo curiose di conoscere le tue preferite!

Iscriviti alla Newsletter Flowerista per non perderti nemmeno un aggiornamento!